110 anni fa apre ufficialmente l’Albert & Victoria Museum

Il 26 giugno 1909 apre a Londra (Inghilterra) il Victoria & Albert Museum. Voluto dal principe Alberto, consorte della regina Vittoria, in seguito all’interesse per il design industriale suscitato dall’Esposizione universale del 1851, il museo viene fondato nel 1852, con sede iniziale a Marlborough House, e concepito come museo di arti decorative e poi come museo di oggetti d’artigianato, con l’obiettivo di “far progredire il gusto della gente comune nel design”. Trasferito nell’attuale sede a Cromwell Road nel 1857, prende inizialmente il nome di South Kensington Museum, e assume il nuovo, definitivo nome, il 26 giugno 1909 con il completamento dell’imponente facciata neorinascimentale realizzata da Aston Webb. Oggi l’A&V Museum è il più grande museo di arte e design del mondo, con collezioni impareggiabili per ambito e diversità. Il museo espone manufatti come ceramiche, mobili, articoli di moda, vetri, gioielli, oggetti in metallo, fotografie, sculture, prodotti tessili e dipinti provenienti dalle culture più ricche del mondo in un arco di oltre 3000 anni.

610 anni fa il Concilio nomina papa Alessandro V

Il 26 giugno 1409, al Concilio di Pisa (aperto il 25 marzo 1409) i cardinali riuniti nominano papa l’arcivescovo di Milano Pietro Filargis che assume il nome di Alessandro V, considerando decaduti i due rivali Gregorio XII e Benedetto XIII. Alessandro V viene incoronato il 7 luglio 1409, diventando in realtà un terzo pontefice rivale. Durante i dieci mesi del suo regno, Alessandro proclama e promette , più che effettuare, un certo numero di riforme, tra cui l’abbandono dei diritti di “indulgenza” e lo ristabilimento del sistema di elezione canonica nelle cattedrali e nei monasteri principali. Egli concede inoltre i favori papali con munificenza, cosa di cui beneficiano in modo particolare gli ordini mendicanti. Alessandro V muore nella notte tra il 3 e il 4 maggio 1410 a Bologna.

10 anni fa muore per un tumore l’attrice sex symbol Farrah Fawcett

Il 25 giugno 2009 muore per un tumore al Saint John’s Health Center di Santa Monica (California, Usa) l’attrice Farrah Fawcett, sex symbol degli anni Settanta e interprete della serie tv Charlie’s Angel. Ferrah Leni, questo il suo vero nome, nasce il 2 febbraio 1947 a Corpus Christi (Texas, Usa) e debutta come attrice televisiva nel telefilm “Strega per amore” (1965). La serie che la rende famosa è “Charlie’s Angel” che va in onda per la prima volta il 22 settembre 1976 e nella quale Farrah Fawcett interpreta la bella detective Jill Munroe. Però dopo un anno abbandona per le scene di gelosia professionale del marito, l’attore Lee Majors. Ciò provoca ostracismo verso Farrah che riprende a lavorare sia nel cinema sia in televisione dopo il 1980 e dal 1982 si lega all’attore Ryan O’Neal, che le è vicino fino alla morte.

Dieci anni fa muore per arresto cardiaco il cantante Michael Jackson

Il 25 giugno 2009 muore all’Ucla Medical Center di Los Angeles (California, Usa) per arresto cardiaco il cantante Michael Jackson, icona della musica leggera, 750 milioni di dischi venduti ma una vita privata tormentata. Michael nasce il 29 agosto 1958 a Gary (Indiana, Usa) e dopo essere stato un bambino-prodigio ed essersi esibito per anni con i quattro fratelli maggiori, in un notissimo quintetto chiamato i Jackson Five, Michael fa saltare il banco nel 1982 con Thriller, già il suo sesto album da solista. Ancora oggi, è l’LP più venduto di tutti i tempi, certificato il 14 novembre 2006 dal Guinness dei primati con oltre 104 milioni di copie vendute. Seguono altri clamorosi successi come Bad e Dangerous. La sua carriera, però, è compromessa da una serie di accuse per molestie sessuali su minori. Jackson viene incriminato nel 2003 per aver abusato di Gavin Arvizo, che appare proprio all’inizio di quell’anno nel documentario “Living with Michael Jackson”. Processato nel 2005 per la vicenda, alla fine viene assolto in appello da tutti i 10 capi d’imputazione. «Jacko» ha tre figli: Michael Joseph JacksonJr., Paris Michael Katherine Jackson e Prince «Blanket» Michael Jackson Il. Sposato due volte, la prima con la figlia di Elvis Presley. Curioso che del re del rock abbia seguito lo stesso destino.

20 anni fa Giornata mondiale contro gli stupefacenti

Il 25 giugno 1999 a New York (New York, Usa) il Segretario generale dell’Onu Kofi Annan inaugura la Giornata mondiale contro l’abuso e il traffico illecito di sostanze stupefacenti indetta dall’Onu. Sono 200 milioni i drogati nel mondo. Gli Stati Uniti consumano più dell’85% della droga prodotta. In Italia, secondo il ministero della Sanità, sono 137 657 i tossicodipendenti, un dato in crescita rispetto ai 131 717 del 1997. Il segretario delle Nazioni Unite si dichiara moderatamente ottimista da quando l’anno scorso 185 Stati, per la prima volta nella storia, hanno adottato strumenti comuni nella lotta alla droga.

20 anni fa a un’asta 900 milioni per la chitarra di Clapton

Il 25 maggio 1999 a New York (New York, Usa) la chitarra di Eric Clapton utilizzata per incidere l’album “Layla” viene battuta per la cifra record di 900 milioni di lire all’asta di Christie’s, superando il precedente primato di 580 milioni pagati per la chitarra usata da Jimi Hendrix al Festival Woodstock svoltosi dal 15 al 18 agosto 1959 a Bethel (New York, Usa).

60 anni fa nasce Gianfranco Piccolo, una vita nella pubblicità

Il 25 giugno 1959 nasce a Genova Gianfranco Piccolo, dall’aprile 2007 presidente e amministratore delegato della Universal McCann Italia. Piccolo inizia la carriera in Saiwa, come advertising e media manager. Assume poi la carica di responsabile della pubblicità e promozione per il Gruppo Danone Italia. Nel 1997 entra in Vodafone Omnitel Nv come direttore della pubblicità occupandosi della pianificazione di strategie e la supervisione delle attività relative a tutte le leve di comunicazione. Dall’aprile 2007 al gennaio 2013 è amministratore delegato di Universal McCann poi passa alla consulenza da aprile 2013 in Omnicon Media Group affiancando dal novembre 2014 The European Studio Ambrosetti completando la sua attività costituendo nel giugno 2015 la GPS Brand Communication.

70 anni fa muore il tenore Piero Schiavazzi, fedelissimo di Mascagni

Il 25 giugno 1949 muore a Roma il tenore Piero Schiavazzi, eccellente interprete del melodramma verista. Schiavazzi nasce il 14 marzo 1875 a Cagliari, studia canto a Pesaro con Pietro Mascagni e debutta nel 1899 nella città marchigiana con l’opera “Silvano” dello stesso Mascagni. Tra le opere del repertorio di Schiavazzi :Pagliacci, Tosca, Manon Lescaut, La bohème, Fedora, Zazà, insieme alle opere del Mascagni quali Amica, Amico Fritz, Cavalleria rusticana, Iris e Maschere. Schiavazzi si ritira nel 1924

70 anni fa muore il politico spagnolo Alejandro Lerroux Garcia

Il 25 giugno 1949 muore a Lisbona (Portogallo) il politico spagnolo Alejandro Lerroux Garcia. Garcia nasce il 4 marzo 1868 a La Rambla (Spagna). Massone , capo del Partito Radicale, è eletto per tre volte Presidente del Consiglio spagnolo negli anni 1933, 1934 e 1935 ed è uno dei protagonisti del travagliato periodo, che si conclude con la rivolta di una parte dell’esercito nel 1936 e con l’inizio della guerra civile spagnola.

70 anni fa, F1: nasce il pilota Patrick Tambay, corre con Ferrari e Reanult

Il 25 giugno 1949 nasce a Parigi (Francia) il pilota di Formula 1 Patrick Tambay. Nella stagione 1982 la Ferrari lo chiama per prendere il posto del compianto Gilles Villeneuve. Con il Cavallino Tambay ottiene i suoi migliori risultati: al suo secondo G.P. con la Rossa ottiene il suo primo podio ed al quarto G.P. la sua prima vittoria, ad Hockenheim (Germania). Nello stesso anno conquista un altro secondo posto, a Monza, dietro ad Arnoux. In quel campionato arriva 7°: il suo miglior piazzamento nel mondiale piloti. L’anno successivo ottiene una vittoria, ad Imola (Bologna), altri 4 podi ed anche 4 ritiri. La Ferrari non gli rinnova il contratto e l’anno successivo viene ingaggiato dalla Renault, squadra con la quale ottene un secondo e due terzi posti. La sua carriera in Formula1 si conclude nel 1986. In Formula 1 ottiene complessivamente 11 podi, con due vittorie e 5 pole-position.Patrick dal 1987 inizia a correre la Parigi-Dakar, conquistando varie vittorie di tappa ed un terzo posto nel 1989. Dal 1999 è co-fondatore e azionista di una società che si occupa di consulenze e promozioni di avvenimenti sportivi di carattere automobilistico.