Nasce Nagisa Oshima, il regista di “Ecco l’impero dei sensi”

Il 31 marzo 1932 nasce a Kyoto (Giappone) il regista Nagisa Oshima. Dotato di un feroce spirito critico, Oshima inizia a lavorare per la casa di produzione cinematografica Shochiku nel 1954 come aiutoregista, e dirige il suo primo film, “Ai to kibo no machi”, nel 1959. Si guadagna ben presto la fama di irriverente critico della società, incarnando la corrente dissacrante che caratterizza la cinematografia giapponese degli anni Sessanta. Nel 1965 Oshima fonda una propria casa di produzione. Tra i lavori più belli di quegli anni spiccano Koshikei (1968) e La cerimonia (1971). Il suo stile, spinto oltre i limiti del realismo da esplosioni di rivolta, sesso e violenza, presenta spesso scene di grande bellezza formale, soprattutto nel controverso “Ecco l’impero dei sensi” (1976), un film-saggio sulla distruttività della passione erotica. La successiva storia di fantasmi “Ai no borei” (1978) gli vale il premio per la migliore regia al Festival di Cannes. Nel 1999 gira “Tabù – Gohatto”, torbida e passionale vicenda ambientata nella seconda metà dell’Ottocento nell’universo rituale e decadente dei samurai, interpretata da Takeshi Kitano.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply