Muore l’imprenditore Luciano Savio

Il 30 novembre 2001 muore a Pordenone l’imprenditore Luciano Savio. Savio nasce  il 6 ottobre 1912  a Pordenone e a diciannove anni inizia a lavorare nell’officina del padre per la costruzione di macchine tessili di cui assume la direzione nel 1947. Tutta la sua attività è caratterizzata da un particolare clima umanistico e da uno spirito moderno, che si articola in rapporti molto sentiti tra problemi umani e produttivi. Questa filosofia di equilibrio dà ben presto quei risultati di qualità e quantità e dinamica generale, che portano l’azienda verso uno sviluppo rapido e costante, fino ad occupare oltre 2.000 dipendenti in una situazione di non facile progresso tecnico. Stratificazione di esperienze, creatività utilitaria e perfetta integrazione con l’ambiente esterno, portano l’azienda a risultati apprezzati man mano in mercati sempre più vasti: il 75% della produzione infatti viene normalmente assorbita dall’esportazione in oltre 50 paesi, tra cui USA, paesi MEC, URSS. La Savio S.p.A. concede licenze di costruzione in Spagna, Giappone ed Inghilterra.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply