Dieci anni fa nemmeno l’uragano Ike ferma il boia

Nemmeno l’uragano Ike ferma il boia: il 17 settembre 2008, nonostante Huntsville (Texas, Usa) sia al buio da cinque giorni in conseguenza dell’uragano Ike, nel carcere cittadino viene ristabilita l’elettricità per eseguire la condanna a morte, con iniezione letale, di William Murray, 39enne ex meccanico condannato per aver violentato e ucciso una 93enne nel 1998, durante un tentativo di rapina che frutta a Murray solo 10 dollari e un coltello, subito venduto per procurarsi la droga. Murray però è in libertà condizionale da tre mesi, dopo una condanna a 10 anni di carcere per una serie di furti. Murray diventa il 9° giustiziato di quest’anno in Texas, il 22° dell’anno negli Usa e il giustiziato n° 1121 da quando, il 17 gennaio 1977, gli Stati Uniti riprendono le esecuzioni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply