Dieci anni fa muore Max Roach, il re della batteria

Il 16 agosto 2007 muore a Manhattan (New York, Usa) il batterista Max Roach, suona con tutti i grandi del jazz rivoluzionando la tecnica della batteria. Maxwell Lemuel “Max” Roach nasce il 10 gennaio 1924 a Newland (North Carolina, Usa) ed è considerato uno dei più importanti esponenti del suo strumento nella storia del jazz. Suona e incide brani con molti musicisti jazz del momento, tra cui Coleman Hawkins e Dizzy Gillespie. Tra il 1947 e il 1949 è uno dei componenti dello storico quintetto bebop di Charlie Parker, mentre dal 1954 al 1956 dirige un gruppo jazz accanto al trombettista Clifford Brown. Grazie ad album quali “Study in Brown” (1955) e “At Basin Street” (1956), il Brown/Roach Quintet getta le basi per lo sviluppo del più aggressivo hard bop. Nel 1970 fonda il M’ Boom Re-Percussion, un gruppo formato da dieci percussionisti provenienti da tutto il mondo e appartenenti a tradizioni molto diverse.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply