Dieci anni fa, Caso Parmalat: il giudice limita la class-action

Il 20 agosto 2008 a New York (New York, Usa) il giudice distrettuale Lewis Kaplan, emette una sentenza che fa molto piacere alla Parmalat: ammette infatti alla class-action contro il gruppo di Collecchio (Parma) soltanto gli ex azionisti americani della Parmalat, escludendo dall’azione legale tutti gli investitori stranieri che acquistano titoli Parmalat tra il 5 gennaio 1999 e il 18 dicembre 2003 fuori dal territorio degli Stati uniti o che non abbiano utilizzato per le transazioni email, telefoni e corrispondenze statunitensi. La decisione arriva dopo la recente esclusione da parte dello stesso tribunale di Bank of America, di Citigroup. Fuori dal risarcimento anche Bnl e Credit Suisse che hanno messo a disposizione 50 milioni di euro per rimborsare gli azionisti Parmalat, così come la Vecchia Parmalat, uscita dopo la transazione da 10,5 milioni di azioni (circa 20 milioni di euro).

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply