Dieci anni fa Bush firma l’ordine di esecuzione un soldato

Il 28 luglio 2008 a Washington (DC, Usa) il Presidente George Walker Bush firma l’ordine di esecuzione di un soldato condannato a morte. E’ la prima volta dopo 51 anni (l’ultima esecuzione risale al 1957) che un presidente americano dà il via libera alla pena capitale per un membro delle Forze armate; la giustizia militare statunitense prevede che la condanna a morte di un membro delle Forze armate non possa essere eseguita senza l’autorizzazione esplicita del presidente. Il condannato è Ronald Gray, da 20 anni nel braccio della morte del carcere di Leavenworth (Kansas), reo di quattro omicidi, un tentato omicidio e quattro stupri tutti commessi tra il 1986 e il 1987 nell’area di Fayettville (North Carolina, Usa). Il 28 giugno 2018, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha rifiutato di ascoltare il caso di Gray, senza fornire una motivazione.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply