60 anni fa muore il direttore d’orchestra polacco Artur Rodzinski

Il 27 novembre 1958 muore a Boston (Massachusetts, Usa) il direttore d’orchestra Artur Rodzinski. Rodzinski nasce l’1 gennaio 1892 a Spalato (Croazia) da genitori polacchi, cresce in Ucraina dove studia legge all’università. Prosegue gli studi di legge a Vienna (Austria), dove Rodziński si iscrive anche all’accademia di musica. Nel 1916 riceve il dottorato in legge e debutta, nel 1920 in Polonia, come direttore dell’opera “Ernani” di Giuseppe Verdi. Fino al 1925 dirige l’Opera di Varsavia (Polonia). Nello stesso anno si trasferisce definitivamente negli Stati Uniti dove diventa direttore stabile delle orchestre filarmoniche di Los Angeles (California, Usa), Cleveland (Ohio, Usa), New York (New York, Usa) e Chicago (Michigan, Usa). Nel 1937 è invitato da Arturo Toscanini a collaborare alla costituzione della Nbc Symphony Orchestra, di cui diventa direttore per circa un anno. Conclude la sua carriera sul podio della Chicago Lyric Opera dirigendo il “Tristano”.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply