60 anni fa muore il capo mafioso Michele Navarra, trucidato da Liggio

Il 2 agosto 1958 sulla strada di ritorno da Prizzi a Corleone(Palermo) Michele Navarra è massacrato mentre è alla guida della sua 1100 Fiat nera: il delitto è opera di Luciano Liggio, scampato ad un attentato organizzato dallo stesso Navarra. Navarra nasce il 5 gennaio 1905 a Corleone (Palermo) e per anni il boss dei Corleonesi. Tra i suoi crimini più efferati, l’uccisione con un’iniezione d’aria di Giuseppe Letizia, un pastore di 13 anni, unico testimone oculare del rapimento e dell’uccisione di Placido Rizzotto, il sindacalista eliminato da Luciano Liggio, all’epoca affiliato a Navarra.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply