50 anni fa nasce Graziella Campagna, vittima della mafia a 17 anni

Il 3 luglio 1968 nasce a Saponara (Messina) Graziella Campagna: stiratrice in una lavanderia a Villafranca Tirrena (Messina), trova un documento nella tasca di una camicia di proprieta’ di un certo “Ingegner Cannata”. Il documento rivela che il vero nome dell’uomo è Gerlando Alberti junior, nipote latitante del boss Gerlando Alberti senior. Quest’informazione le costerà la vita. Il 12 dicembre 1985 è rapita e uccisa: il suo corpo è ritrovato sui Colli Sarrizzo, tra Messina e Villafranca Tirrena. Gerlando Alberti junior e Giovanni Sutera sono poi condannati all’ergastolo il 18 marzo 2008 dai giudici della Corte d’Assise d’Appello di Messina. Il caso di Graziella ispira la fiction “La vita rubata”, trasmessa su Rai uno nel marzo 2008.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply