50 anni fa guerra del calcio tra Honduras e Salvador: 100 ore, circa 6000 morti

Il 14 luglio 1969 l’esercito del Salvador lancia un attacco contro l’Honduras. La motivazione ufficiale è quella di difendere i propri cittadini e la sicurezza dei confini nazionali (nel Salvador il conflitto è tutt’oggi conosciuto come “Guerra de Legítima Defensa”). Il breve conflitto armato termina appena 6 giorni dopo, il 20 luglio, a seguito del cessate il fuoco imposto dall’Organizzazione degli Stati Americani (OSA). E’ definita dagli storici anche guerra delle 100 ore. Il conflitto benchè breve fa più di 1000 vittime Il 30 ottobre 1980 le due nazioni firmano un trattato di pace. Nel 1992, la Corte internazionale di giustizia assegna la maggior parte del territorio contestato all’ Honduras e nel 1998 Honduras e El Salvador firmano un trattato di demarcazione dei confini per attuare i termini del decreto Cig. La miccia che fa scoppiare il conflitto è Il calcio, con le qualificazioni ai Mondiali 1970 in Messico, ma come visto le cause sono ben più profonde e vanno ricercate in un contesto politico, sociale ed economico molto complesso .

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply