40 anni fa muore l’attore Groucho Marx, il maggiore del famoso quartetto “I Fratelli Marx”

Il 19 agosto 1977 muore a Los Angeles (California, Usa) l’attore Groucho Marx, il maggiore dei quartetto di comici noto come “I Fratelli Marx”. Groucho nasce il 2 ottobre 1890 a New York e con tre dei suoi quattro fratelli, recita in una serie di film comici caratterizzati da divertentissime gag surreali situate a metà tra il cinema e il teatro. Tra le pellicole più celebri si ricordano: “The Cocoanuts” (1929), “Animal Crackers” (1930), “Horse Feathers” (1932) e “La guerra lampo dei fratelli Marx” (1933). Il loro ultimo film degno di nota è “Una notte sui tetti” (1949), con una giovanissima Marilyn Monroe. Ognuno dei fratelli Marx ha un ruolo connotato da caratteristiche immediatamente identificabili: in particolare, Groucho ostenta un umorismo caustico e gli immancabili sigaro e baffoni. Dopo avere smesso di girare film insieme agli altri fratelli, continua la sua carriera in televisione e scrive i libri autobiografici “Groucho and Me” (1959) e “Memorie di un irresistibile libertino” (1964).

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply