30 anni fa il nazista Rudolf Hess, 93 anni, si suicida in cella

Il 17 agosto 1987 il nazista Rudolf Hess, indicato come il “delfino” di Adolf Hitler, muore, probabilmente suicida, nel carcere di Spandau (Germania) dopo una detenzione durata 46 anni. Hessn nasce il 26 aprile 1894 ad Alessandria (Egitto). , Hess è nazista dal 1920. In prigione con Hitler dopo il fallito putsch di Monaco del 1923, lo aiuta nella redazione di “Mein Kampf”. E’ uno dei maggiori notabili del nazismo, e nel 1939 Hitler lo nomina secondo nella lista di successione dopo Göring. Per motivi mai chiariti, forse latore di un messaggio di pace di Hitler per Winston Churchill, il 10 maggio 1941 Hess si reca in volo in Scozia. Imprigionato dagli inglesi, dopo la disfatta tedesca è processato a Norimberga e condannato all’ergastolo.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply