130 anni fa nasce Giovanni Gronchi, presidente della Repubblica dal 1955 al 1962

Il 10 settembre 1887 nasce a Pontedera (Pisa) Giovanni Gronchi, presidente della Repubblica italiana dal 1955 al 1962. Giovanissimo fa parte del Movimento cristiano sorto nel 1902 intorno al sacerdote Romolo Murri. Insegna lettere e filosofia a Parma, Massa, Bergamo e Monza. Nel 1919 è tra i fondatori del Partito popolare italiano. Eletto deputato, è chiamato a dirigere la Confederazione dei Lavoratori Cristiani. Nominato Sottosegretario all’Industria e Commercio nel 1922 (I governo Mussolini) fino al Congresso di Torino del Partito Popolare (aprile 1923) , dove è decisa la non collaborazione e il ritiro dal Governo dei rappresentanti del Ppi. Passato all’opposizione, è tra gli esponenti della scissione denominata “dell’Aventino” e viene dichiarato decaduto dal mandato parlamentare nel novembre 1926. Ritiratosi a vita privata, dopo la caduta del fascismo è nominato Ministro dell’Industria e Commercio nel 1944 (II e III Governo Bonomi), nel 1945 (Governo Parri e I Governo De Gasperi). Eletto deputato all’Assemblea Costituente nel 1946 (Democrazia Cristiana) è presidente del Gruppo parlamentare del suo partito. Deputato al Parlamento nel 1948 e nel 1953, l’8 maggio 1948 è presidente della Camera dei Deputati. Il 29 aprile 1955 è eletto presidente della Repubblica e, dopo il mandato presidenziale, diviene senatore a vita. Grochi muore il 17 ottobre 1978 a Roma.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply