120 anni fa nasce lo scultore francese Paul Belmondo

L’8 agosto 1898 nasce ad Algeri (Algeria) lo scultore Paul Belmondo, padre dell’attore Jean Paul Belmondo, da una povera famiglia di origine italiana. Appassionato di arte e design, inizia a scolpire all’età di 13 anni. Studia architettura all’Ecole des Beaux-Arts ad Algeri, ma i suoi studi sono interrotti dalla prima guerra mondiale, subisco un attacco con i gas nella battaglia di San Mihiel (Francia) e quindi smobilitato. Con una sovvenzione del governo algerino, continuat i suoi studi a Parigi (Francia), dove diventa studente, poi amico, di Charles Despiau e Jean Boucher. Vince il Grand Prix de Roma e il Blumenthal nel 1926. Riceve il Gran Premio delle arti d’Algeria nel 1932 e poi, nel 1936, il Gran Premio della città di Parigi. Belmondo riceve molti ordini dallo stato francese, incluso il Palais de Chaillot con Leo-Ernest Drivier e Marcel Gimond. Diventa poi professore all’Ecole Nationale Superieure des Beaux-Arts a Parigi nel 1956 e membro dell’Istituto nel 1960. Il lavoro di Belmondo continua lo stile accademico neoclassico, alla ricerca di forme armoniose con linee semplici e superfici lisce. Realizza anche medaglie e illustrazioni per libri d’arte, tra cui Boubouroche di Georges Courteline. Due bronzi, Jeannette e Apollo, sono collocati nei giardini del palazzo delle Tuileries dal 1988 (donati dalla famiglia Belmondo); Jeannette all’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale il 9 settembre 1986 per il centenario della Convenzione di Berna. Belmondo muore l’1 gennaio 1982 a Parigi

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply