100 anni fa nasce lo scrittore di noir Charles Ray Willeford III

Il 2 gennaio 1919 nasce a Little Rock (Arkansas, Usa) Charles Ray Willeford III, scrittore noto soprattutto per i suoi romanzi “noir”, ma anche poeta, critico d’arte e artista visivo. La sua carriera militare dura vent’anni e lo porta a combattere nella giungla delle Filippine e nella Seconda guerra mondiale, facendogli guadagnare sul campo numerose onorificenze. L’esperienza sotto le armi mostra a Willeford tutte le inquietanti devianze degli esseri umani, su cui si basa per modellare alcuni protagonisti dei suoi romanzi. Dopo la guerra comincia la sua attività narrativa scrivendo per un’emittente radiofonica una soap opera intitolata “The Saga of Mary Miller”. Il suo esordio letterario avviene come poeta, nel 1948, quando pubblica la raccolta “Proletarian Laughter” (Risata americana). Il primo romanzo breve, “High Priest of California” (alto prelato della California), esce nel 1953 in formato tascabile. Willeford diventa famoso per la sua “quadrilogia di Miami”, una serie di ottimi romanzi noir con protagonista il sergente Hoke Moseley, il cui ultimo capitolo “Come si muore oggi”, esce poche settimane prima della morte di Willeford, avvenuta per attacco cardiaco, all’apice della sua fama di scrittore, il 27 marzo 1988 a Miami (Florida, Usa).

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply