100 anni fa proclamata l’indipendenza polacca

L’11 novembre 1918, al termine della Prima guerra mondiale e nel giorno della resa della Germania agli Alleati. la Polonia ottiene l’indipendenza grazie al maresciallo Józef Klemens Pilsudski che, ben presto si trasforma in uno spietato dittatore a capo di un regime militare. Pochi anni dopo la morte di Pilsudski, nel 1939, la Polonia è il primo paese europeo ad essere invaso dalla Germania di Hitler.

Dieci anni fa muore al termine di un concerto la cantante Miriam Makeba

Il 9 novembre 2008 muore a Castel Volturno (Napoli) la cantante Miriam Makeba per un malore che la colpisce al termine dell’esibizione al concerto a sostegno di Roberto Saviano. La Makeba nasce il 4 marzo 1932 a Johannesburg (Sud Africa). Al canto unisce la passione civile nella rivendicazione dei diritti dei neri e nella lotta all’apartheid. Di etnia xhosa, inizia a cantare nel coro della scuola metodista di Pretoria (Sud Africa); dal 1954 al 1957 è in tournée con i Black Manhattan brothers, e nel 1958 partecipa a “Come back Africa” di Lionel Rogosin, un documentario contro l’apartheid. Il musical jazz “King Kong”, che ricostruisce la carriera di un pugile nero a cui è proibito battersi con i bianchi, la porta a Londra (Inghilterra) e New York (New York, Usa) dove dal 1960 vive+ in esilio. Grazie all’aiuto di Harry Belafonte, comincia a esibirsi in concerti in cui fonde le tecniche vocali tradizionali con un pop dalle coloriture jazzistiche. Nel 1964 testimonia contro l’apartheid all’Assemblea generale delle Nazioni unite. Torna in Sudafrica negli anni Novanta, dopo più di trent’anni di esilio. Tra i suoi album più significativi, Miriam Makeba (1960); An Evening with Harry Belafonte and Miriam Makeba (1965); Pata Pata (1977); Sangoma (1988), Africa (1991), Homeland (2000).

20 anni fa, Elettricità, cade il monopolio Enel

Il 9 novembre 1998 il primo governo Prodi approva il decreto messo a punto dal ministro dell’Industria Pierluigi Bersani per la liberalizzazione del settore elettrico. A 36 anni dalla nazionalizzazione, l’Enel dovrà ridurre la capacità produttiva al 50 % del totale. La società sarà trasformata in una holding che controllerà cinque società distinte, ognuna responsabile dei vari settori: produzione, trasmissione, distribuzione, vendita e dismissione del settore nucleare.

70 anni fa muore Julius Curtius, due volte ministro tedesco

Il 10 novembre 1049 muore a Heidelberg (Germania) Julius Curtius, ministro dell’Economia (1926-29) e poi degli Esteri (1929-31). Curtius nasce il 7 febbraio 1877 a Duisburg (Germania), membro del Partito popolare, ottiene l’approvazione parlamentare del piano Young, lo sgombero dei territori occupati e la moratoria Hoover, mentre non riesce a realizzare l’unione doganale con l’Austria. Esce dal governo duramente attaccato dalla destra nazionalista.

80 anni fa muore Mustafa Kemal Ataturk, primo presidente della Repubblica turca

Il 10 novembre 1938 muore a Istanbul (Turchia) Mustafa Kemal, noto con l’appellativo di Ataturk, che significa “padre dei turchi”. Kemal nasce il 19 maggio 1881 a Salonicco (Grecia) e nel 1923 fonda, la Repubblica turca e ne è presidente fino alla morte, avvenuta nel 1938. Avvia un programma di grandi riforme, fra le quali l’abolizione della poligamia e l’estensione del suffragio alle donne; si batte contro la corruzione, migliora l’istruzione pubblica e modernizza l’industria del paese.

80 anni fa esce il primo numero del settimanale Grazia, della Mondadori.

Il 10 novembre 1938 a Milano, Arnoldo Mondadori fa uscire il rimo numero del settimanale “Grazia” che ha come sottotitolo. “Un’amica al vostro fianco” era il sottotitolo della rivista, le cui origini risalgono alla precedente rivista settimanale “Sovrana”, edita dal 1927.

80 anni fa assegnato a Pearl Buck il Nobel per letteratura

Il 10 novembre 1938 a Stoccolma (Svezia), l’Accademia delle Scienze annuncia che il Nobel per la Letteratura viene assegnato alla scrittrice statunitense Pearl S. Buck “per le sue descrizioni ricche e davvero epiche della vita contadina in Cina e per i suoi capolavori biografici “. La Buck è la prima donna americana a vincere il premio Nobel per la letteratura.

90 anni fa nasce il compositore e direttore d’orchestra Ennio Morricone, Oscar alla carriera

Il 10 novembre 1928 nasce a Roma Ennio Morricone, tra i maggiori compositori italiani del XX secolo, si distingue soprattutto come autore di colonne sonore cinematografiche, che gli valgono prestigiosi premi internazionali, compreso l’Oscar alla carriera nel 2007. A lui si devono le indimenticabili musiche di innumerevoli film, tra cui “Per un pugno di dollari” (1964), “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” (1970), “Sacco e Vanzetti” (1971), “Allonsanfàn” (1974), “I giorni del cielo” (1980), “La luna” (1979) e “La tragedia di un uomo ridicolo” (1981).

Muore Battista Santhia, stretto collaboratore di Gramsci

Il 9 novembre 1988 muore a Torino Battista Santhià, fondatore dell’Ordine Nuovo insieme ad Antonio Gramsci. Santhià nasce il 17 marzo 1898 a Santhià (Vercelli) e fa giovanissimo il bracciante poi diventa operaio a Torino, attivo diffusore dell’idea socialista, impegnandosi in prima fila nella campagna anti-interventista in occasione della prima guerra mondiale. Collaboratore di Gramsci nella redazione dell’ “Ordine nuovo”, entra nel Partito comunista alla fondazione e concentra il suo impegno sull’educazione degli operai alle regole dell’organizzazione comunista e sindacale e nella promozione di scioperi ed agitazioni. Entrato a far parte del Comitato direttivo della Camera del lavoro di Torino, nel 1923 emigra in Francia sperando di trovare lavoro, ma nel 1924 rimpatria e diventa  segretario della Federazione torinese del Pcd’I, impegnandosi anche per l’elezione delle commissioni interne alla Fiat. Ricercato dalla polizia è costretto a vivere nella clandestinità fino al 1927, quando, per una condanna in contumacia a cinque anni di confino, espatria nuovamente in Francia. Divenuto membro del Comitato centrale nel 1929, nel 1930 ritorna in Italia per svolgere attività clandestina. Arrestato il 28 giugno 1931 a La Spezia è denunciato al Tribunale speciale che lo condanna a 17 anni di carcere. Incarcerato, per effetto di indulti, è scarcerato il 28 giugno 1936, ma tradotto a Ponza (Latina) per scontare la condanna al confino. Nel luglio 1939 viene trasferito a Ventotene (Latina) e al termine del periodo di pena, nel luglio 1941 viene condannato ad altri 3 anni per la sua pericolosità. Liberato alla fine di agosto 1943, riprende immediatamente l’attività politica. Dopo l’armistizio organizza nel biellese le formazioni “Garibaldi” , sovrintendendo anche alle iniziative politiche delle federazioni di Vercelli, Aosta e Novara. Dopo il grande rastrellamento nazifascista del febbraio 1944, è richiamato a Torino, ricostruisce i comitati di agitazione e organizza lo sciopero pre-insurrezionale del 18 aprile 1945. Nel dopoguerra è designato dal Cln regionale fra i commissari straordinari della Fiat. Membro del Comitato centrale del Partito comunista fino al 1960, e successivamente della Commissione centrale di controllo, abbandona la vita politica agli inizi degli anni 70.

30 anni fa il repubblicano George Bush nuovo presidente Usa

Il 9 novembre 1988 George Bush succede a Ronald Reagan alla presidenza degli Usa. George Herbert Walker Bush nasce il 12 giugno 1924 a Milton (Massachusetts, Usa) e la sua presidenza è caratterizzata dall’impegno internazionale: chiamato a gestire i difficili equilibri seguiti al crollo del comunismo in Europa e in Urss e alla conseguente fine del bipolarismo Usa-Urss, riafferma la leadership americana, impegnandone la potenza a garanzia della stabilità dell’ordine internazionale, in particolare nella guerra del Golfo (1991), e prosegue nella politica di disarmo (accordo sulla riduzione degli armamenti nucleari con il presidente russo Boris Eltsyn, 1993). All’interno mantiene la politica economica di Reagan, senza riuscire però a rilanciare la crescita economica e ad attenuare il disagio sociale.