Dieci anni fa muore il regista Alberto Grifi, padre del cinema underground italiano

Il 22 aprile 2007 muore a Roma il regista Alberto Grifi, considerato tra i primi autori del cinema sperimentale italiano. Grigi nasce il 29 maggio 1938 a Roma, è, pittore, regista, cameraman, fonico, attore e soprattutto autore di dispositivi video-cinematografici, Grifi, a tempo dimenticato, l’11 marzo 2007 riceve il primo riconoscimento ufficiale all’Auditorium di Roma.

Dieci anni fa Enzo Biagi torna con “Rt-Rotocalco televisivo” su Raitre

Il 22 aprile 2007 Enzo Biagi torna in Rai, con una striscia in seconda serata che prende il nome dal suo primo programma di approfondimento (Rt-Rotocalco televisivo). Apre la trasmissione con la storica frase: “Buonasera, scusate l’intervallo dovuto a insuperabili ragioni tecniche”. Tra gli ospiti di Rt lo scrittore Roberto Saviano, autore di Gomorra, l’oncologo Umberto Veronesi, l’ex pm di Milano Gherardo Colombo e un altro epurato eccellente, Daniele Luttazzi.

Dieci anni fa, Calcio: l’Inter di Mancini vince lo scudetto con cinque giornate di anticipo

Il 22 aprile 2007 a Siena l’Inter di Roberto Mancini vince il secondo scudetto consecutivo, il quindicesimo della sua storia grazie ad una doppietta di Marco Materazzi. La partita Siena – Inter termina 2 a 1. Nel frattempo la squadra seconda in classifica, la Roma, perde con l’Atalanta, assegnando la vittoria matematica alla squadra milanese.

40 anni fa nasce la conduttrice televisiva e cantante Ambra Angiolini

Il 22 aprile 1977 nasce a Roma la conduttrice televisiva, cantante e attrice Ambra Angiolini. Nel 1992 è nel cast del programma “Bulli e pupe” di Gianni Boncompagni. L’anno dopo, a 15 anni, le viene assegnato un ruolo di primo piano nel programma di Gianni Boncompagni “Non è la Rai”, in onda prima su Canale 5 e poi su Italia 1. Nel 1994 riceve il Telegatto come personaggio rivelazione dell’anno. Nello stesso anno esce il primo album “T’appartengo” che vende trecentosettantamila copie. Seguirà la conduzione di “Generazione X”, impostato sui giovani e i loro problemi. Dal febbraio 2006 è in onda su Raitre con il programma “Dammi il tempo”. Nello stesso periodo conduce “Chicas” su Fox Life e il programma radiofonico “Ci Play o Ci Fai?” su Play Radio.

70 anni fa, Basket: i Philadelphia Warriors conquistano il primo titolo professionistico

Il 22 aprile 1947 a Philadelphia (Pennsylvania, Usa) i Philadelphia Warriors vincono il primo titolo della Basketball Association of America, la futura Nba, battendo 83 a 80 in gara 5 i Chicago Stags e chiudendo la serie sul 4 -1 nella stagione 1946-1947. Al Campionato partecipano 11 squadre, con 60 partite in programma, divise in due Division: Eastern e Western. Fondamentale per il successo dei Warriors la vittoria in trasferta in gara 3 a Chicago (Illinois, Usa).

80 anni fa varata la legge sui consorzi volontari

Il 22 aprile 1937 la legge n. 961 prende in considerazione “i consorzi volontari, comunque denominati o costituiti” aventi “per oggetto la disciplina della produzione o della vendita fra gli esercenti di uno stesso ramo, o di rami fra loro connessi, di attività economica, ivi compresi i consorzi che raggruppano aziende produttrici di servizi”. La disciplina legale è concepita nel senso di regolare il fenomeno della concorrenza tra imprese, al fine di un suo coordinamento con la politica economica generale, così come negli altri paesi europei si è già iniziato a fare. Si pensa che la produzione migliorerà con uno strumento di regolamentazione della concorrenza tra imprese, il consorzio appunto.

80 anni fa nasce Jack Nicholson, uno dei più grandi attori della storia del cinema

Il 22 aprile 1937 nasce a Neptune (New Jersey, Usa) l’attore regista e sceneggiatore John Joseph “Jack” Nicholson, uno dei più grandi attori della storia del cinema. Il suo primo grande risultato arriva nel 1969 grazie a “Easy Rider”, film manifesto di quegli anni e che gli permette di ottenere una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista. A quel punto la sua carriera arriva ad una svolta e inizia a lavorare con i migliori registi in circolazione come Bob Rafelson, Michelangelo Antonioni, Stanley Kubrick, Roman Polanski, Milos Forman, John Huston e Tim Burton, ricevendo altre 10 nomination all’Oscar e riuscendo a portare a casa l’ambita statuetta per tre volte con “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, “Voglia di tenerezza” e il più recente “Qualcosa è cambiato”. Il suo ruolo più riuscito è in “Shining” di Stanley Kubrick. La maschera di Jack Torrence impegnato ad inseguire per ucciderli i propri cari e i propri fantasmi gli resterà sul volto e per scrollarsi di dosso il clichè sperimenta con successo ruoli “leggeri” in commedie come “Heartburn-Affari di cuore” e “Terapia d’urto”. Nichoolson Ha inoltre interpretato Jack Torrance nel film horror di Stanley Kubrick Shining (1980), Joker in Batman di Tim Burton (1989) e Frank Costello nel thriller drammatico The Departed – Il bene e il male (2006) di Martin Scorsese. Tra gli altri film vi sono il thriller legale Codice d’onore (1992), il thriller La promessa di Sean Penn (2001) e la commedia drammatica A proposito di Schmidt (2002). Nel film Non è mai troppo tardi (2007) Nicholson interpreta la parte di un vecchio e sarcastico miliardario Edward Cole, scopertosi malato terminale di cancro, dove ha per compagno di stanza d’ospedale Morgan Freeman, anch’egli malato terminale di cancro.

80 anni fa il partito fascista mette la radio sotto controllo

Il 22 aprile 1937 la crescente capacità di penetrazione della radio tra la popolazione italiana ne sta aumentando sempre più l’importanza, come mezzo di propaganda, agli occhi del regime fascista. Viene perciò costituito l’Ispettorato per la radiodiffusione e la televisione, attraverso il quale il Governo riuscirà ad acquisire l’effettivo e sistematico controllo sulla radiofonia. La creazione dell’Ispettorato segna il passaggio del centro propulsivo dell’azione della cultura, dell’informazione e della propaganda politiche dall’E.I.A.R. agli uffici ministeriali.

120 anni fa l’anarchico Pietro Acciarito attenta alla vita di re Umberto I di Savoia

Il 22 aprile 1897 nei pressi di Roma il fabbro ferraio di tendenze anarchiche Pietro Acciarito compie un attentato alla vita di re Umberto I di Savoia, che rimane illeso. Acciarito, giudicato per direttissima, a fine maggio sarà condannato all’ergastolo dalla Corte di assise di Roma. Seguiranno numerosi arresti arbitrari di esponenti socialisti, anarchici e repubblicani.

260 anni fa nasce il violista e compositore Alessandro Rolla, dirige alla Scala

Il 22 aprile 1757 nasce a Pavia il violinista, violista e compositore Alessandro Rolla che studia a Milano viola, violino e contrappunto e si esibisce come solista nella chiesa di Sant’Ambrogio, tra il 1772 e il 1774, nell’esecuzione di un concerto per viola e orchestra di sua composizione. Nel 1782 Rolla viene assunto come prima viola nell’orchestra ducale di Parma, diventandone dieci anni dopo primo violino. Chiamato dall’impresario Francesco Benedetto Ricci a dirigere l’orchestra del Teatro alla Scala nel 1803, vi rimane trent’anni operando importanti modifiche e migliorie all’organico orchestrale, e innalzando notevolmente il livello artistico della neonata compagine milanese. Rolla è anche il primo insegnante di violino e viola al Regio Conservatorio di Musica di Milano a partire dalla sua fondazione nel 1808 e fino al 1835, e diventa poi direttore. Nel 1932 Rolla consiglia di studiare seriamente la composizione al giovane Giuseppe Verdi. Poi compone molta musica cameristica (è il più prolifico compositore per duo d’archi) e solistica per violino e viola in uno stile brillante di stampo belcantistico, e scrive anche le musiche di balletti per le stagioni scaligere. Rolla suona e dirige sino in tarda età divulgando in Italia tra i primissimi le musiche del suo quasi coetaneo Mozart (prima esecuzione italiana de Le Nozze di Figaro) e del più giovane Beethoven: infatti, nel 1813 esegue brani dalle “Creature di Prometeo” alla Scala e la Quarta, Quinta e Sesta Sinfonia in concerti privati a Milano; nel 1823, cura la prima esecuzione di una sinfonia di Beethoven alla Scala. Rolla muore il 15 settembre 1841 a Milano.